LITIGATION

Il nostro dipartimento di contenzioso è guidato da Marco Torsello.

Gestiamo abitualmente complessi procedimenti dinanzi alle autorità giudiziarie nazionali in materia civile e commerciale e forniamo consulenza sulla gestione dei contenziosi, nonché su una ampia gamma di questioni direttamente o indirettamente connesse a controversie pendenti o future.

 

  • Contenzioso civile e commerciale

 

Facendo leva sulla nostra vasta competenza nella gestione delle controversie che presentano elementi di internazionalità, rappresentiamo clienti stranieri e italiani davanti ai tribunali di primo grado e alle giurisdizioni superiori in tutti i tipi di contenzioso civile e commerciale, in procedimenti ordinari e sommari. La nostra ampia pratica copre la maggior parte dei contratti commerciali, il contenzioso societario, il contenzioso in materia di IT/IP, la concorrenza sleale, l’antitrust, gli appalti e i progetti di costruzione, l’insolvenza, la responsabilità professionale e medica, la responsabilità da prodotto, il contenzioso collegato al cambiamento climatico e il riconoscimento delle sentenze straniere.

 

  • Gestione del contenzioso multi-giurisdizionale

 

Rappresentiamo i clienti e offriamo consulenza sulle strategie più efficaci nelle controversie che coinvolgono più giurisdizioni, in particolare in quelle complesse liti transnazionali in cui è fondamentale identificare in anticipo la giurisdizione competente e la legge applicabile. La nostra esperienza specialistica in questo settore non si limita alla redazione di accordi di scelta del foro e della legge, ma copre anche i limiti della loro efficacia ed in generale tutte le complessità poste dalle questioni della litispendenza e della res judicata nel contesto transnazionale. Spesso coordiniamo, o ci coordiniamo con, colleghi di altre giurisdizioni, al fine di offrire ai nostri clienti la migliore, ed economicamente più conveniente, valutazione della strategia da adottare per affrontare procedimenti paralleli.

  • Contenzioso connesso all’arbitrato

 

Una delle nostre specialità, sinergica alla pratica dell’arbitrato, è la gestione del contenzioso relativo a tutte le questioni connesse ed ancillari ad un procedimento arbitrale. Rappresentiamo i nostri clienti davanti ai tribunali nazionali nei procedimenti per l’annullamento di lodi arbitrali domestici e per il riconoscimento o l’esecuzione in Italia di lodi arbitrali stranieri, nonché per la costituzione del tribunale arbitrale, la ricusazione degli arbitri, l’assunzione di prove e le misure cautelari (come ad esempio l’inibitoria della escussione abusiva di garanzie bancarie).

 

  • Esperti davanti a corti straniere

 

Essendo rinomati accademici, i nostri partner compaiono spesso dinanzi a corti straniere e internazionali in qualità di esperti di diritto italiano, in particolare in materia contrattuale (nazionale e internazionale), commerciale, di illeciti civili e responsabilità extracontrattuale, societaria e di diritto della concorrenza, di diritto internazionale (pubblico e privato), di diritto dell’Unione Europea, di diritti dell’uomo.

 

  • Pareri

 

Anche in considerazione del loro profilo accademico, i partner dello studio spesso forniscono pareri su questioni complesse di diritto contrattuale e commerciale, diritto societario e dei mercati finanziari, diritto della concorrenza, insolvenza, diritto internazionale privato e conflitti di giurisdizione, ecc.

I nostri casi recenti da difensori

La nostra recente esperienza come difensori nel contenzioso ordinario include:

  • Rappresentare la filiale messicana di un importante gruppo siderurgico italiano nel giudizio italiano di impugnazione per nullità del lodo parziale e del lodo finale da noi ottenuti in un arbitrato CCI.
  • L’aver rappresentato con successo un gruppo di investitori dinanzi al Tribunale Federale Svizzero nel giudizio di impugnazione per nullità di un lodo da noi ottenuto in un arbitrato di investimento contro la Repubblica Ceca.
  • L’aver rappresentato con successo una compagnia assicurativa statunitense e la sua controllata europea in una nota ricusazione del presidente di un arbitrato avente sede in Italia, che è stata accolta dalla Corte d’Appello di Milano e poi confermata dalla Corte di Cassazione, e a cui sono seguite diverse azioni, tra cui anche un’azione di risarcimento danni nei confronti del presidente del collegio arbitrale.
  • L’aver rappresentato con successo (due volte) una delle principali società italiane di ingegneria e costruzioni nel procedimento cautelare volto ad inibire l’illegittima escussione di garanzie bancarie da parte delle società committenti partecipate da uno Stato dell’Europa orientale.
  • L’aver rappresentato con successo in primo grado (e attualmente rappresentare in appello) una delle principali istituzioni arbitrali internazionali nell’ambito di una controversia relativa alla asserita negligente gestione di un arbitrato.
  • L’aver rappresentato con successo un gruppo multinazionale operante nel settore del fotovoltaico nei molteplici procedimenti promossi dal curatore fallimentare di una società italiana per il pagamento di somme di denaro e il risarcimento di danni a vario titolo.
  • L’aver rappresentato con successo la filiale italiana di una società farmaceutica tedesca in una controversia contro una banca relativa alla presunta frode orchestrata a danno del nostro cliente.
  • L’aver rappresentato con successo una società attiva nel settore petrolifero e la sua holding nel procedimento promosso da un subappaltatore per contestare l’efficacia di un complesso piano di finanziamento infragruppo volto a compensare i crediti verso il subappaltatore con quelli da quest’ultimo vantati nei confronti della holding.
  • Rappresentare il fondatore e CEO di una società leader mondiale nella fornitura di servizi IT, di ingegneria e di IP, nei procedimenti attualmente pendenti dinanzi alla Corte di Cassazione sulle questioni di giurisdizione scaturenti da un complesso contenzioso transnazionale, promosso nei confronti di un’emittente televisiva europea a partecipazione statale, nonché di altri convenuti, avente ad oggetto reciproche domande multimilionarie per il pagamento di royalties e risarcimento danni.
  • Rappresentare un attuario (professionista esperto nella valutazione del rischio degli assicuratori) nel giudizio promosso nei suoi confronti dal curatore fallimentare di una compagnia di assicurazioni per il risarcimento dei danni derivanti dalla asserita negligenza dell’attuario nella valutazione delle riserve di bilancio della società.
  • Rappresentare una società fiduciaria in un appello per motivi di giurisdizione nell’ambito di un giudizio per risarcimento dei danni derivanti da uno “schema Ponzi” promosso contro la filiale irlandese di una banca statunitense in qualità di amministratore di un fondo di investimento.
  • L’aver rappresentato con successo due importanti banche mediorientali nel procedimento cautelare promosso da un’importante società petrolifera italiana dinanzi al Tribunale di Milano per la presunta illegittima escussione di garanzie bancarie.
  • Rappresentare i revisori dei conti di una società per azioni a partecipazione statale nel procedimento relativo ad un’azione di responsabilità promossa dal curatore fallimentare della società.
  • L’aver rappresentato con successo un subappaltatore in alcuni procedimenti relativi ad illeciti di concorrenza sleale e di abuso di dipendenza economica nel settore della moda.
  • Rappresentare uno Stato estero in un procedimento relativo alla decontaminazione di un sito militare situato Italia.
  • L’aver rappresentato con successo i sindaci di una società controllante, nell’ambito dell’azione di responsabilità promossa dal curatore fallimentare di una sua controllata, per aver asseritamente omesso di impedire che i gli amministratori della controllante utilizzassero il proprio potere di direzione e coordinamento a danno della controllata
  • L’aver rappresentato una joint venture italiana dinanzi alle corti etiopi nel procedimento di impugnazione per nullità di un lodo da noi ottenuto in un arbitrato disciplinato dal regolamento del Fondo Europeo di Sviluppo contro la Repubblica Federale Democratica di Etiopia e la Repubblica di Gibuti.
  • Rappresentare una società a partecipazione pubblica nel procedimento attualmente pendente davanti alla Corte di Cassazione, avente ad oggetto una domanda di risarcimento danni in materia antitrust, scaturita da una decisione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.