ARBITRATION

Il nostro dipartimento di arbitrato è guidato da Luca Radicati di Brozolo, Massimo Benedettelli e Michele Sabatini.

Siamo specialisti dell’arbitrato. Agiamo in qualità di difensori, arbitri, esperti e consulenti.

La nostra ampia pratica come difensori beneficia della vasta esperienza acquisita dai nostri soci in veste di arbitri e della conoscenza impareggiabile delle best practices e di come le controversie vengono effettivamente decise dagli arbitri che ne consegue. Agiamo altresì come co-difensori, incluso quando clienti e colleghi hanno bisogno di competenze specialistiche, retorica persuasiva e visione strategica. La nostra dimensione di boutique ci permette di essere in larga misura esenti dai conflitti che affliggono i grandi studi legali multidisciplinari.

 

  • DIFENSORI

 

Arbitrato commerciale

Possediamo una significativa esperienza nell’arbitrato commerciale, anche in casi in cui sono coinvolti Stati ed entità pubbliche, avendo rappresentato clienti italiani e stranieri in un elevato numero di arbitrati internazionali e domestici, amministrati e ad hoc. Abbiamo agito in qualità di difensori in casi disciplinati da un’ampia gamma di regolamenti arbitrali e soggetti a leggi di molteplici giurisdizioni europee, nord e sudamericane, africane e asiatiche. Abbiamo una profonda conoscenza di molti settori commerciali, come le energie rinnovabili, l’Oil & Gas, l’M&A, le telecomunicazioni, il settore bancario e quello assicurativo, l’ingegneria, la difesa, il farmaceutico, la moda, il real estate e lo sport. Abbiamo sviluppato una florida pratica nell’appalto internazionale e assistiamo regolarmente diversi importanti operatori del settore.

Arbitrato di investimento

Possiamo vantare un’eccezionale esperienza nell’arbitrato di investimento. ArbLit ha recentemente ottenuto  a favore di investitori nel fotovoltaico provenienti da diversi paesi un lodo che ha dichiarato la Repubblica Ceca responsabile della violazione dell’obbligo di “trattamento giusto ed equo” sancito dalla Carta Europea dell’Energia nonché da vari trattati bilaterali di investimento intra-UE (Natland Investment Group N.V. e altri contro Repubblica Ceca). Il track record dei nostri partner comprende diversi arbitrati ICSID, tra cui l’aver assistito con successo l’attore nel noto e innovativo caso Saipem S.p.A. c. Repubblica Popolare del Bangladesh e gli obbligazionisti italiani in due cause altrettanto note e innovative intentate contro la Repubblica Argentina a seguito della sua insolvenza (Ambiente Ufficio e altri c. Repubblica Argentina, e Giovanni Alemanni e altri c. Repubblica Argentina).

  • ARBITRI

 

I soci dello studio vengono nominati presidenti, arbitri unici o co-arbitri in importanti arbitrati commerciali e di investimento, condotti in inglese, spagnolo, francese e italiano. Sono anche membri o comunque attivi nell’ambito delle principali istituzioni arbitrali internazionali. Luca Radicati di Brozolo, già membro della Corte di Arbitrato della CCI dal 2009 al 2015, è ora vicepresidente della Corte della LCIA e, su nomina della Repubblica Italiana, figura nel Panel di Arbitri dell’ICSID. Massimo Benedettelli è membro della Corte di Arbitrato della CCI dal luglio 2018.

Esperienza come arbitri

Luca Radicati di Brozolo

Massimo Benedettelli

Michele Sabatini

Marco Torsello

 

  • ESPERTI

 

Anche in considerazione del loro profilo accademico, i partner dello studio spesso compaiono nei procedimenti arbitrali come esperti in materia di diritto italiano, diritto dell’arbitrato, diritto internazionale privato, diritto internazionale pubblico, diritto comunitario e diritto della concorrenza.

 

  • CONSULENTI

 

La nostra assistenza non si limita alla fase patologica dell’arbitrato. A titolo esemplificativo, assistiamo i clienti nella redazione di clausole compromissorie, compresi sofisticati “accordi quadro” volti a regolare relazioni commerciali caratterizzate da una pluralità di parti e di contratti, nella selezione di consulenti o esperti in giurisdizioni estere e nel “corporate planning” finalizzato a garantire la più efficace protezione degli investimenti all’estero in base ai trattati di investimento vigenti. Forniamo inoltre assistenza per facilitare la composizione amichevole delle controversie.

I nostri casi recenti da difensori

La nostra recente esperienza come difensori in arbitrati commerciali e di investimento include:

  • Difendere un importante gruppo multinazionale tedesco da una richiesta risarcitoria multimiliardaria avanza da uno Stato europeo in un arbitrato CCI nel settore della difesa.
  • Rappresentare due primarie imprese di costruzioni italiane in un arbitrato CCI con sede a Panama iniziato da una società latino-americana in una controversia relativa ad un progetto idroelettrico (valore della controversia 70 milioni di euro).
  • L’aver rappresentato con successo la filiale messicana di un importante gruppo siderurgico italiano in un arbitrato CCI in una vertenza relativa ad un incidente in uno dei più grandi impianti di produzione del ferro al mondo (valore della controversia 70 milioni di euro).
  • Rappresentare una società maltese in un arbitrato CCI relativo allo sfruttamento commerciale dei diritti d’immagine di uno dei più noti calciatori al mondo.
  • L’aver rappresentato dieci investitori nel settore del fotovoltaico, di diversa nazionalità, in sei arbitrati UNCITRAL contro la Repubblica Ceca instaurati sulla base della Carta dell’Energia e di vari trattati bilaterali intra-UE (del valore complessivo di 100 milioni di euro). Nel procedimento di valore maggiore (ancora pendente) gli investitori hanno ottenuto una decisione favorevole nel merito.
  • Rappresentare un appaltatore francese operante nel settore della difesa in un procedimento CCI relativo ad una controversia post-M&A (valore della controversia 15 milioni di euro).
  • L’aver difeso con successo la controllata brasiliana di un gruppo italiano di telecomunicazioni in un arbitrato CCI iniziato da un noto azionista (valore della controversia circa 50 milioni di euro).
  • Rappresentare un appaltatore ferroviario in un arbitrato CCI con sede a Parigi scaturente da una controversia FIDIC con due entità pubbliche dell’Europa dell’Est (valore della controversia circa 25 milioni di euro).
  • Rappresentare una società argentina in un arbitrato CCI con sede a Buenos Aires relativo alla fornitura di macchinari (valore della controversia 12 milioni di euro).
  • La difesa di una importante compagnia assicurativa statunitense in due arbitrati ad hoc relativi a controversie con un broker italiano, i quali si sono conclusi con una transazione molto favorevole ai nostri clienti (valore delle controversie circa 2 miliardi di euro).
  • L’aver rappresentato con successo una delle principali società italiane di ingegneria e costruzione in un noto arbitrato CCI, pendente per molti anni, contro un subappaltatore relativo alla costruzione di un impianto di polipropilene in Grecia.
  • L’aver difeso con successo quattro società europee operanti nel settore energetico in un procedimento CCI relativo ad una controversia post-M&A con un gruppo multinazionale statunitense (valore della controversia 14 milioni di euro).
  • L’aver rappresentato con successo una joint venture tra società italiane in un arbitrato disciplinato dal regolamento del Fondo Europeo di Sviluppo, con sede ad Addis Abeba, in una controversia con la Repubblica Federale Democratica di Etiopia e la Repubblica di Gibuti relativa ad un progetto di ripristino di una linea ferroviaria (valore della controversia circa 100 milioni di euro).
  • L’aver rappresentato una joint venture tra due società italiane e una francese in un arbitrato disciplinato dal regolamento del Fondo Europeo di Sviluppo, con sede ad Addis Abeba, in una controversia con il Ministero dell’Acqua, dell’Irrigazione e dell’Elettricità della Repubblica Federale Democratica di Etiopia relativa ad un progetto per la costruzione di una rete idrica (valore della controversia circa 30 milioni di euro).
  • L’aver rappresentato una impresa di costruzioni italiana in un arbitrato disciplinato dal regolamento del Fondo Europeo di Sviluppo contro un ente statale haitiano relativo ad un progetto di riabilitazione stradale, il quale si è concluso con una transazione (valore della controversia 8 milioni di euro).
  • L’aver rappresentato con successo una joint venture italiana, in arbitrati amministrati dalla Camera di Commercio e dell’Industria della Romania e dalla CCI, in una disputa con un ente statale rumeno relativa ad un progetto di riabilitazione stradale (valore della controversia circa 35 milioni di euro).
  • L’aver difeso con successo una importante impresa di costruzioni italiana in una controversia con due subappaltatori dell’Europa dell’Est in un procedimento CCI con sede a Parigi.